Pulire pavimenti in PVC : i pavimenti in PVC sono delle superfici fatte con un materiale nuovo e hanno un interessante rapporto qualità-prezzo. Questo tipo di pavimentazione è in grado di garantire un livello di comfort molto alto offrendo delle superfici sempre calde. Per far sì che un pavimento in PVC abbia una lunga vita, è importante che fare attenzione alla sua cura. C’è da dire che tali pavimenti sono durevoli e resistenti, nonché semplici da installare. In generale, non richiedono delle attenzioni particolari, ma è chiaro che una manutenzione periodica è sempre consigliabile per coloro che vogliono far durare il più possibile il nuovo il pavimento in PVC. Vediamo come fare per prendersene cura in maniera corretta.

​La prima pulizia del pavimento in PVC

Una volta installato, la prima pulizia del pavimento in PVC va fatta da esperti del settore. Il consiglio è di contattare un’impresa di pulizie che farà la prima fase di sgrasso e aiuterà a rendere il pavimento lucido, eliminando tutte le tracce dei lavori di restauro. Sia che si tratti di un pavimento adesivo in PVC o di uno a incastro, è bene che venga rimosso in ogni angolo il segno delle opere di ristrutturazione, in modo tale da evitare che possano formarsi sporcizia o muffa.

In questa fase poi – senza l’intervento degli esperti – si rischia di fare delle striature sul pavimento che potrebbero diventare esteticamente poco piacevoli.

​La manutenzione ordinaria dei pavimenti in PVC

Prendersi cura dei propri pavimenti in PVC ogni giorno, è più facile di quello che si potrebbe pensare. Infatti, i pavimenti vinilici non richiedono di mettere in campo uno sforzo eccessivo, ma è opportuno lavarli almeno una volta a settimana per evitare che polvere o sporco si accumulino. In genere, basta dotarsi di un panno, di una scopa o di un aspirapolvere. Per la pulizia vera e propria, il consiglio è di utilizzare un mocio o uno straccio umido. Fate attenzione a utilizzare sempre un detergente delicato perché quelli troppo aggressivi finirebbero per danneggiare il vostro pavimento vinilico. Dopo la fase d’igienizzazione, risciacquate con attenzione e con acqua pulita in modo tale da evitare delle striature. È bene inoltre asciugarlo con un panno pulito, finita la fase di lavaggio. Questo è importante perché diversamente si rischierebbe di rimuovere il film protettivo che fa da barriera allo sporco sul pavimento in PVC ecco come pulire pavimenti in PVC.

​La pulizia straordinaria del pavimento in PVC

I pavimenti in PVC hanno bisogno poi, di manutenzione straordinaria. È il caso in cui magari si creano delle macchie di grasso, di olio, d’inchiostro o altre più complesse. La cosa importante è non utilizzare mai detergenti chimici, quanto piuttosto trovare dei prodotti in commercio specifici che puliscono nel pavimento senza rovinarlo. È dunque consigliabile rivolgersi a un’impresa di pulizie specializzata nella cura dei pavimenti vinilici, che di certo eliminerà le macchie più ostinate, senza danneggiare la superficie. Su base annuale, è anche opportuno effettuare una pulizia in profondità. Anche in tale caso è bene rivolgersi a un‘impresa di pulizie specializzata, in questo modo sarà garantita in profondità.

​Altri consigli per pulire pavimenti in PVC

Per assicurare la pulizia e la longevità del pavimento in PVC fate sempre attenzione a non utilizzare mai troppa acqua e soprattutto, evitate detergenti chimici o spugne abrasive. Non strofinate troppo nelle fasi di pulizia e ricordate anche di fare attenzione all’utilizzo quotidiano di questa superficie. Il consiglio ideale è sempre di togliersi le scarpe quando entrate in casa, in modo da non rischiare che sassolini o sporcizia lo rovinino nel tempo. Quando poi cade qualche liquido o si crea qualche macchia, pulite subito per evitare incrostazioni! Con questi accorgimenti, la durata del pavimento sarà garantita!